1 ANNO! AUGURI CUCCIOLA!

È già passato un anno!
12 mesi fa eri nella mia pancia, che nostalgia!
Quanti cambiamenti in un anno… Da bimba neonata affettuosa che approfittava della ciuccia della notte per prendersi le coccole, sei diventata per un periodo estremamente “selvatica” come ti chiamavo io: niente coccole eccessive, morsicavi e picchiavi chiunque…. E poi? Spuntati i dentini malefici sei di nuovo una coccolona, che fastidio ti davano eh? E io che non capivo perché eri così nervosa…
Ora i tuoi baci fanno dimenticare tutto, sei tu che mi hai fatto un bellissimo regalo per il tuo primo anno: la tua dolcezza smisurata!
Darti al mondo è stata la cosa migliore che potessi fare, quella notte in cui tu hai deciso di nascere, ben 16 giorni prima del termine, mi hai reso mamma per la seconda volta e quindi doppiamente felice….
Che profumo avevi appena nata, e che viso meraviglioso hanno visto i miei occhi! Continuavo a ripeterti “amore sei bellissima!” come se intorno a me non esistesse più niente e nessuno!
Marisol ti amo infinitamente, buon compleanno bimba mia!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

EMOZIONE DOPO EMOZIONE

Prendo spunto dal titolo di una canzone di Eros, per scrivere ciò che mi accade…

Succede che a scuola va alla grande, studio come una matta e l’obiettivo è sempre più vicino, 1 anno, solo 1 anno e avrò finito.

Succede che ci stiamo muovendo per costruire la nostra casa: 140 mq di nuova vita, con un bel giardino dove far giocare le bimbe…. Sembra tutto complicato ma ce la faremo, me lo sento!

E in tutte queste emozioni c’è spazio per fantasticare ancora… Su come sarebbe se arrivasse un altro pargoletto… Magari un maschio… Pazzi forse anche solo a pensarci, forse, io ora direi molto probabilmente, non lo faremo mai, ma ne abbiamo parlato… A lui piacerebbe, a me anche, entrambi spaventati…. Ma siamo qui a parlarne… I nomi ci sono già sia per maschio che per femmina… Si sa mai!

Poi guardo le mie due principesse… Che bel momento mi fanno vivere… Stanno sempre appiccicate, si abbracciano, si baciano, giocano insieme, si cercano… E anche se mi fanno arrabbiare quando si fanno i dispetti, quando devo ripetere le cose mille volte, quando mi tocca urlare per farmi sentire, quando devono per forza fare il contrario di quello che io chiedo… Beh io sono proprio felice di averle e di vederle così serene e così unite… Giorgia dice continuamente a Marisol che le vuole bene, e lei dimostra lo stesso chiamandola (Iaia) e baciandola e sorridendole… Che belle che sono!

Pubblicato in amore, famiglia, sentimenti | Lascia un commento

L’HO FATTO!

Sono serena, sono carica e sono soddisfatta.
Oggi mi sento cosí, dopo aver studiato fisica per 1 ora e mezza e avere li di fronte l’obiettivo… Il mio secondo diploma, il terzo se consideriamo quello di spagnolo….

Sarà dura riuscire a diplomarsi con due bimbe piccole, la casa e tutto il resto, ma ho mio marito che mi da carica e la motivazione che mi spinge a fare bene: lavorare nel settore che mi piace e magari un domani mettermi in proprio…..
L’ho fatto, mi sono iscritta…..! E sono felice!

Pubblicato in lavoro, sapere | 1 commento

IO, BARBARA

Facebook chiede “a cosa stai pensando”…Penso che siano tutti pronti a chiedere, e nessuno si preoccupi davvero per come sto io, sì loro aiutano nelle faccende quotidiane, ma non comprendono che il grosso del lavoro, quello piú duro, quello più gravoso, fastidioso, faticoso… Lo faccio io…. io con loro…

Raramente, o mai per essere piú precisi, mi propongono di passare un pò di tempo da sola, per distrarmi, per un bagno caldo, per andare dalla parrucchiera o per una passeggiata….
“Vai con le bimbe”, mi sento dire, “portale!” come se io, Barbara, fossi una cosa sola con le mie figlie, come se io non avessi una identità mia… ho una testa, due braccia, due gambe e due figlie….
Ci sono momenti in cui questo è esattamente ciò di cui ho bisogno per essere davvero felice…
Ma ci sono dei momenti, rari e sporadici ma pur sempre importanti, in cui IO sento di aver bisogno di tempo per me, di esistere come donna, non solo come mamma….

Ho incrociato lo sguardo di un ragazzo sconosciuto, che mi guardava sorridendo e mi sono scoperta infastidita e ingrata, come se sentissi di non meritare nemmeno lo sguardo di un uomo, io mamma….
Beh oggi non mi piace, oggi urlerei su facebook che esisto, che sono viva… E che ho il magone….. :(

Pubblicato in famiglia, sentimenti | Lascia un commento

MI SCIOLGO

Stasera Marisol si è voluta addormentare così, pancia sulla mia pancia, posizione “a ranocchia” come la chiamo io…. Lei che si addormenta sempre da sola nel letto, indipendente da sempre per dormire, mi ha regalato questo momento, che io adoro… Per qualcuno posso sembrare una scema ma io mi emoziono per queste cose….
Ecco, sono fatta così, cosa posso farci? :)

Pubblicato in amore, Marisol, sentimenti | Lascia un commento

IL MIO 2° PARTO – parte seconda

Ore 5:00 del 22 maggio 2013
Decidiamo di andare in sala parto, dopo 2 ore di spinte che mi provoco senza sentirne la necessità e dopo 1 ora da quando l’ostetrica mi ha rotto il sacco… Almeno il liquido non è sporco, anche se mi dice che era davvero poco e solo intorno alla testa di Marisol… In sostanza i piedini erano nella’asciutto……..

Mi alzo dal letto, dopo la contrazione si va in sala parto che per fortuna non è lontana, ci vado a piedi…. Varco la soglia e… Aaaaahhh contrazioneeeee mi accascio a gattoni e finalmente!!!! La voglia di spingere che conoscevo dal primo parto! In questa posizione si! E certo, penso! Se la piccola è contraria non spinge sui nervi giusti, ma se mi metto a pancia in giù io, si, così la aiuto!

Ridiamo con l’ostetrica, dice che di solito si fa il cesareo per questo caso ma lei crede che io ce la possa fare naturalmente! Inoltre avevo espresso il desiderio di non essere tagliata in nessun caso e lei mi vuole accontentare, non mi farà nemmeno l’episiotomia se non sarà necessaria!

Decido io ora, mi metto sul lettino della sala parto ma a pancia in giù, arriva la contrazione e la voglia di spingere…. Ma cavoli che mal di braccia, di gambe, la schiena!!!
Mi giro, vada come vada!

Finalmente la voglia di spingere c’è anche a pancia in su, 4 o 5 spinte ben assestate e l’ostetrica grida “apri gli occhi!”
Quello che vedo mi sta facendo piangere….anche ora che scrivo….
Marisol, i suoi occhioni aperti che mi guardano, le gambe ancora nella pancia, pochi secondi li così, il tempo per tirarmi un ultimo calcetto guardandomi come se volesse dire “senti questo calcetto? Ero proprio io!”

Poi il pianto della piccola, il bacio al papá che per tutto il tempo mi ha tenuto la mano, le lacrime mi escono come una fontana e il sorriso finalmente rilassato del bi-papá… Mentre l’ostetrica mi appoggia la nostra creatura sulla pancia e solo in quel momento riesco a esternare le emozioni: “mio Dio quanto sei bella amore mio!” le dico piangendo e baciandola…

Marisol è nata alle 5:46 del 22 maggio 2013, a 38 settimane + 5 giorni!
Pesava poco 2,760 kg e l’hanno misurata 46 cm…. In realtà forse era troppo arrotolata su se stessa nella pancia a causa del poco liquido, perché solo 1 mese dopo era già 57 cm…

Che avventura ragazzi! Che emozione! Che meraviglia essere donne e provare queste sensazioni!!!

Pubblicato in amore, Marisol, sentimenti | Lascia un commento

IL MIO 2° PARTO parte prima

Giorno 16 maggio 2013 – giovedì
Monitoraggio di controllo, la piccola Marisol sembra stare bene, ma purtroppo cresce poco, la ginecologa che mi segue dice di aspettare ancora solo 1 settimana, poi o cresce o si induce il parto! Paura!
Insiste per farmi una manovra: lo scollamento manuale delle membrane! In questo modo se la piccola è pronta, non facciamo altro che accelerare l’inizio del travaglio senza indurlo con i farmaci…. Dolorosissima manovra che mi fa iniziare ad avere perdite di sangue e contrazioni dolorose ma non ravvicinate fino al giorno….

Giorno 21 maggio – martedì
Siamo dai miei suoceri il pomeriggio e ci invitano a cena… Tutto procede come i giorni prima, niente di diverso, mi vedo gonfia più del solito ma ho passato le 38 settimane ed è normale! Ore 20.00 dico ” dai Giorgia, prepariamoci che andiamo a casa”
G: “no! Nanna con nonna!”
Io: ” Giorgia sei sicura? Andiamo a casa a fare la nanna nel lettone con la mamma?”
G:” no! Lettone con nonna”
Sorpresa e stranita decido con nonni e marito di accontentare Giorgia ma… Boh, è la prima volta che chiede e decide di rimanere a dormire dai nonni, era già capitato che rimanesse ma sempre deciso da noi, non da lei!

Approfitto per rilassarmi un pò, mio marito sarebbe andato a lavorare la notte ed essendo sola a casa decido di farmi un bagno caldo.

Ore 21.20 esco dal bagno. 1° contrazione che mi fa piegare in due dal dolore….
Ore 21.27 seconda contrazione, forte uguale
Ore 21.32 terza
Tutte così, regolari ogni 5 minuti.

Videochiamo mia mamma su skype, le spiego tutto e taaaac contrazione in diretta.
Tra una risata e l’altra (anche un pò di ansia per essere sola in casa) decidiamo che è il caso che mio marito, al lavoro, sappia cosa sta succedendo anche se io continuo a ripetermi che sarà un falso allarme….

Ore 23.50 siamo in ospedale, “così, per fare un monitoraggio, ma tanto mi mandano a casa, sono convinta!”
Mi visitano e… “Signora è dilatata 2 dita, con contrazioni regolari ogni 5 minuti…. Direi che partorirà in nottata, al più tardi domani mattina!”

Potete immaginare l’adrenalina che ho in circolo…..
1 – Giorgia che decide di stare dai nonni… Proprio quella sera, ci pensate? Se la avessi avuta a casa sarebbe stato un mezzo disastro! Avremmo dovuto far venire la nonna a dormire da noi, o peggio, svegliare Giorgia a chissà che ora nel pieno dei dolori!

2 – io che mi faccio visitare convinta che sia un falso allarme e mi dicono che di li a poco avrei abbracciato quella creatura che ho nella pancia???

La felicità però viene offuscata da dolori atroci, questo travaglio è mooolto più doloroso del primo, sento che qualcosa non è come dovrebbe essere… Nonostante una sala travaglio con un letto matrimoniale e George Michael in sottofondo non sono tranquilla…

Ore 3.00 mi visitano: la dilatazione procede veloce, sono già a 5 cm…. Ma la bimba non è posizionata bene, dovrebbe ruotare la testolina e “guardare il pavimento” alla nascita, lei ora sta “guardando il soffitto”… Cefalica si, ma girata…
La conseguenza di questo è che io non sento le spinte, non ho voglia di spingere, mi assorbo tutto il dolore delle contrazioni nella pancia senza, appunto, spingere… E chiedo “ma se non spingo come fa a nascere?”

Mi mettono l’ossitocina, mi fanno provare mille posizioni finchè alle 5, stremata dalla fatica (era dalle 3 che mi provocavo le spinte inutilmente) l’ostetrica decide “proviamo ad andare in sala parto, vediamo cosa succede!”

Pubblicato in amore, Giorgia, Gravidanza 2, Marisol, salute, sentimenti | Lascia un commento

SIAMO TORNATE

29 Agosto 2013 “Siamo qui, a 3 mesi e 1 settimana dalla nascita di Marisol, finalmente abbiamo ripreso una routine, abbiamo dei ritmi e degli orari… Marisol li ha sempre avuti, è Giorgia che ha accusato il colpo: la nascita di  sua sorella e i famosi Terrible Twos hanno creato in lei un turbine di emozioni, sofferenze, agitazioni, urla e…..”

Avevo lasciato così questo post nelle bozze, forse per mancanza del tempo di cui parlavo nel post precedente, forse per pigrizia, forse perché in realtà non stavo bene.

La nascita di Marisol è stata una delle cose più belle della mia vita ma mi ha lasciato quello che ora chiamano Baby Blues…. In poche parole io ero triste, molto triste, non riuscivo a gestire le giornate con le bimbe, non riuscivo a rassicurare Giorgia che ha scatenato l’inferno dentro di me, ha fatto crollare il mio mondo con la sua gelosia…. Non che fosse colpa sua, ero io, che non riuscivo a farle capire che la amavo profondamente nonostante sua sorella neonata  prendesse la maggior parte delle mie energie, come è normale che sia….
È andata, è passato quel periodo brutto e bello insieme, tante cose sono cambiate, tante per fortuna non lo sono affatto…..

Ora mi devo togliere uno sfizio… Avevo promesso che avrei raccontato il mio 2° parto quindi…. Vado a scrivere…. ;-)

Pubblicato in amore, famiglia, Giorgia, Marisol, salute, sentimenti | Lascia un commento

VITA MIA

Cucciola di mamma… Quanto buona sei?
Tu riesci a dormire anche se tua sorella gioca, urla, piange, fa i capricci… Tu cerchi il seno ogni 3 ore, e dormi tra una poppata e l’altra… Tu che ti addormenti da sola se ti metto a nanna sveglia…
Ma come fai ad essere così buona?
E io… Non è che me ne sto approfittando? Questa mia paura mi porta a coccolarti di notte, quando siamo solo io e te, senza che io mi senta in colpa di togliere attenzioni a tua sorella… E allora ti tengo nel lettone con me, ti tengo per mano mentre dormi, ti accarezzo mentre ti allatto e ti faccio addormentare in braccio… Mi sciolgo quando ti “arrotoli” su te stessa appoggiandoti a me, come se anche tu aspettassi quel momento per goderti la sicurezza e il calore delle mie braccia…

Ti guardo e piango, da quando sei nata mi fai questo effetto… Ti sento mia, ti amo perdutamente…

Pubblicato in amore, Marisol, sentimenti | 1 commento

BENVENUTA MARISOL

Trovo un momento di tempo solo ora, sono giorni di conoscenza e di esperimenti…

Marisol è nata il 22 maggio alle 5.46, dopo un travaglio veloce ma difficile… troverò un momento per raccontare anche questo parto…

Per ora, la nostra attenzione, è tutta riservata a loro <3

Pubblicato in amore, famiglia, Giorgia, Marisol, sentimenti | 2 commenti